I Monasteri e le rocce di Meteora al nord della Grecia. Patrimonio UNESCO

L'area di Meteora, uno dei principali raggruppamenti di monasteri della Grecia, è localizzata nella zona della Tessaglia il cui capoluogo è Larissa, un posto ricco di storia, spiritualità e arte. Dal 1989 è stata inserita dall'UNESCO nel Catalogo dei Monumenti del Patrimonio Internazionale come bene culturale e naturale di particolare importanza. Non si hanno documenti certi sull'esatto periodo in cui i premi asceti popolarono le Meteore, ma l'opinione prevalente conferma il dodicesimo secolo sulla rupe di Haghios Stefanos. La vera e propria attività religiosa e monastica comincia, però, nel quattordicesimo secolo per iniziativa del monaco Nilos il quale raccolse i monaci che vivevano isolati nelle grotte. Certamente durante l'invasione dei Turchi nel quindicesimo secolo, i monasteri, conobbero un lungo periodo di declino.
Monastero Meteora Grecia
Oggi i sei monasteri di Meteora visitabili (Monastero Haghios Nikolaos, Grande Meteoron ossia Monastero della Transfigurazione, Monastero Varlam, Monastero Roussanou, Monastero di Hagia Triada, Monastero di Haghios Stefanos) si presentano restaurati e gli affreschi ben conservati, dopo aver conosciuto, in seguito alla seconda guerra mondiale, un periodo di rovina e decadenza. Personalmente ho avuto l'occasione di visitare solo quattro di questi Monasteri in quanto il viaggio è stato una specie di "mordi e fuggi" sabato e domenica, ma per coloro che volessero visitare il posto con tranquillità consiglierei 3 o 4 giorni; solo il Monastero della Trasfigurazione per visitarlo tutto ci vuole almeno una giornata. Il viaggio – partiamo da Atene prendendo l'autostrada Athinon-Lamia, poi per Karditsa, Trikala e infine per Kalabaka. Arriviamo nel primo pomeriggio di sabato dopo cinque ore di macchina e andiamo subito al "bed and breakfast" dove avevamo prenotato qualche giorno prima (45 euro a notte compresa colazione, esattamente sotto ad una gigantesca roccia alta, forse, qualche centinaio di metri).
I monasteri di meteora al nord della Grecia

Lasciamo le nostre cose e partiamo subito per un giro di esplorazione alle rocce delle Meteore, passando per Kastraki. Il giorno dopo, di corsa, visitiamo i Monasteri e poi di nuovo partenza per Atene. Esperienza bellissima e rigenerante. Monastero Grande Meteoron: fu fondato da Sant' Atanasio Meteorita (1305 – 1380), è di stile tardo-bizantino e perfettamente conservato. All'interno sono allestiti due piccoli musei, una dispensa e il vecchio refettorio con relativi cimeli e spettacolari pitture che danno un'immagine viva dell'attività quotidiana dei monaci. Monastero di Aghios Nicolaos: è il primo monastero che si incontra luogo la strada subito dopo il paesino di Kastraki (salendo sulla sinistra), la costruzione risale al 1400. Monastero Roussanou: la costruzione risale al 1388 per iniziativa dei monaci Nicodemo e Benedetto anche se alcuni ipotizzano come fondatori i fratelli Maximos e Ioasef di Giannina. Oggi il Monastero si presenta come convento femminile e si arriva, dalla strada, dopo aver salito circa 140 gradini e attraversato due ponticelli di pietra.
Monastero meteora grecia affresco
Monastero Varlam: si dice che abbia preso il nome dal suo fondatore, il monaco Barlaam, primo anacoreta salito su questa rupe nella metà del quattordicesimo secolo. Monastero di Aghia Triada: (S. Trinità) fondato nel 1438. Ad un primo sguardo sembra che l'accesso al Monastero sia impossibile, ma i realtà sono state realizzate delle pedane e una serie di scalini che permettono di visitarlo. Vale, sicuramente, la pena salire e visitare un interessante complesso monastico che, tra l'altro, offre una vista mozzafiato su tutti glia altri monasteri.

Mappa Monasteri di Meteora, Grecia

Categorie


Valuta questo sito
  • Twitter
  • LinkeIn
  • Youtube