Rapporti che influenzano l'andamento delle valute

Ordine dei beni durevoli: E' un dato mensile, che esprime la variazione dell'ultimo mese degli ordini relativi ad attrezzature e macchine del settore manifatturiero e industriale che hanno un ciclo di ammortamento superiore a tre anni. Esso è un indicatore che rappresenta l'andamento della produzione industriale. E' una statistica realizzata sulla base di 4200 aziende statunitensi, raggruppate in 89 categorie industriali e ponderato sui dati relativi ai: nuovi ordini, spedizioni ed ordini inevasi. L'aumento degli ordini dei beni durevoli esprime un'economia in espansione.

Il PIL, o Prodotto Interno Lordo (in inglese GDP, Gross Domestic Product) è uno dei più importanti indicatori macroeconomici usati per valutare lo stato di salute dell'economia di un paese. Esso rappresenta la somma del valore di tutti i beni e servizi prodotti nel corso di un determinato periodo di tempo. A seconda del paese di riferimento questo dato può essere pubblicato su base mensile, trimestrale o annua. L'aumento del PIL denota un'economia in espansione.

Il trend del Mercato Immobiliare è forse l'anticipatore della direzione dell'economia. Viene espresso tramite due diversi dati: permessi di nuove costruzioni e vendite di case (nuove ed esistenti). Un aumento dell'indice tende a spingere al rialzo i mercati finanziari, mentre una riduzione di questi valori è spesso anticipatrice di rallentamenti economici. Rappresenta, inoltre, un buon indicatore della spesa dei consumatori.

I Jobless Claims ossia il numero di richieste di sussidio di disoccupazione. E' un rapporto settimanale pubblicato ogni giovedì che tiene conto di quella parte di persone che restano senza lavoro e fanno richiesta di sussidio. Questo dato viene ponderato sulla base di una media mobile delle ultime quattro settimane per evitare particolari picchi che si manifesterebbero in determinati periodi dell'anno (es. assunzioni stagionali). Il Jobless Claims è un dato che viene tenuto in poca considerazione in quanto è molto volatile, ma può essere particolarmente interessante se abbinato ad altri indicatori dello stato di salute dell'economia.

I Nonfarm Payroll per definizione è il dato che misura il numero dei posti di lavoro creati o persi all'interno del periodo di riferimento. I Nonfarm Payroll vengono pubblicati mensilmente ogni primo venerdì del mese e relativamente al mese trascorso. Questi dati vengono pubblicati dal Bureau of Labor Statistics (USA) ed esludono dal computo: i dipendenti della pubblica amministrazione, collaboratori domestici, il settore agricolo e le organizzazioni no profit. Un aumento di questo dato ha effetti positivi sulla valuta mentre un valore negativo ha esattamente l'effetto contrario.

Unemployment Rate o Tasso di Disoccupazione è per definizione la percentuale di forza lavoro totale che si trova disoccupata ma disponibile per un nuovo inserimento lavorativo. Si tratta di un dato mensile pubblicato ogni venerdì di ogni mese e riferito al precedente. I mercati finanziari reagiscono positivamente alla riduzione del tasso di disoccupazione poichè esso rappresenta un aumento della spesa da parte dei consumatori e quindi un andamento positivo dell'intera economia.

Categorie


Valuta questo sito
  • Twitter
  • LinkeIn
  • Youtube