Le origini delle candele giapponesi (o candlestick)

Le origini delle candele giapponesi (o candlestick), applicate ai grafici dei mercati finanziari, hanno le loro radici in Giappone. Il loro inventore Munehisa Homma visse a Sakata tra il 1724 ed il 1803, era un commerciante di riso ed aveva fatto la sua fortuna (o parte di essa, visto che era figlio di genitori benestanti) dal commercio del riso nel mercato secondario a termine. Munehisa Homma ha vissuto durante il fudalismo di Tokugawa (famiglia di Shogun che avevano governato il Giappone dal 1603 al 1867) ed era diventato popolare per aver saputo arricchirsi dalla compravendita di riso. Nel 1697 è stata fondata la prima borsa a termine (future) al mondo, infatti parallelamente alla borsa dove venivano scambiati prodotti reali, alla borsa di Dojima (ad Osaka) venivano scambiate anche una sorta di cedole rappresentative di uno scambio futuro di riso. In questo contesto di trading secondario Homma raggiunse una notorietà tale da essere chiamato a rivestire il ruolo di consulente finanziario del governo oltre ad essere insignito del titolo di Samurai.

Le origini delle candele giapponesi (o candlestick) Munehisa Homma

Categorie


Valuta questo sito
  • Twitter
  • LinkeIn
  • Youtube